Napoli: Dodecà porta il riciclo premiante!

Napoli intraprende il percorso per diventare sostenitore del riciclo di qualità.

La città, continuamente asfissiata dai problemi ambientali, deve reagire. Il suolo e i fondali marini, sono sempre più soggetti all’inquinamento. E a farne le spese sono sia i magnifici scenari che ci regala il golfo, che i cittadini che vogliono vivere la città.

Una nuova ricerca di Greenpeace, rivela che sulle nostre coste i livelli di microplastiche sono paragonabili a quelli dei vortici di plastica del Pacifico, a conferma che i nostri mari stanno letteralmente soffocando, sotto una montagna di plastica, per lo più derivante dalla dispersione di articoli monouso.

La lotta alla plastica che sta attanagliando i nostri mari è stato tema principale anche della recente Giornata Mondiale dell’Ambiente . Nasce quindi l’esigenza di trovare soluzioni per risolvere il problema. Demetra Ecotec con i suoi Dispositivi-Demetra, è precursore del riciclo di qualità di plastica e alluminio.

Il giorno 08/06/2018 presso il supermercato Dodecà di via Arenaccia, 154, Napoli è stata installata la Eco-point City Slim.

Questo Dispositivo-Demetra, altamente tecnologico, permette il riciclo di materiale plastico e di alluminio, facendo entrare il cliente in un circuito virtuoso.

Il circuito permette ai clienti del supermercato di dimostrarsi attivi partecipanti alla lotta contro lo spreco e l’abbandono di materiale riciclabile.

Recandosi presso il Dispositivo, è possibile una volta effettuato il conferimento, di accumulare Eco-Bonus sulla Demetra-Card o di usufruire delle promo dedicate.

Riciclare diventa un gesto semplice, un gesto d’amore nei confronti del pianeta che ci ospita. Come trasformare un semplice gesto in una buona abitudine con Demetra Ecotec & Dodecà.

images Dodecà apre le porte del riciclo di qualità a Napoli

 

La promo attiva nel supermercato Dodecà di via Arenaccia, 154 Napoli, è la seguente:

Per ogni 30 pezzi ricevi un buono sconto di 0,50 cent su una spesa di almeno 5 €.

I punti non sono cumulabili.

A lezione di Riciclo!

Attivissima e attenta alle tematiche ambientale anche la comunità casertana.
Demetra Ecotec ha attivato un vero e proprio percorso educativo dedicato al riciclo di materiale plastico e di alluminio presso la scuola secondaria di I grado ”Dante Alighieri” di Caserta.

Il progetto è durato due mesi ed ha consentito di sensibilizzare e formare i bambini rispetto ai concetti della corretta raccolta differenziata , con il patrocinio dell’ amministrazione comunale, delle aziende locali per il recupero dei rifiuti urbani e di alcuni sponsor.

Tantissimi gli alunni che si sono contraddistinti per il numero di conferimenti effettuati. Da evidenziare che non erano a conoscenza del premio che avrebbero ricevuto, cosa che dona ancora più valore al gesto ecologico. Dimostrare che lo sviluppo di una coscienza ecologica prescinde dalla gratificazione materiale, deve essere per l’intera comunità incentivo a credere nelle nuove generazioni.

In pochissimo tempo questi ragazzi maturi e responsabili, hanno accumulato un numero importante di Demetra-bonus. Venerdì 1 giugno i due giovani più virtuosi , Giuseppe Alfieri e Stefania D’Aiello, entrambi tredicenni,  hanno scoperto di aver ricevuto in regalo una fantastica bici !

mcdonalddemetra La scuola secondaria Dante Alighieri e Demetra Ecotec: missione riciclo!

 

Un premio importantissimo donato dal Dott. Aurelio Piscitelli, licenziatario di diversi ristoranti  McDonald’s e sponsor principale del progetto. Figura graditissima ai giovani che ogni giorno riciclano, beneficiando anche della promo straordinaria attiva su tutto il territorio nazionale, dedicata a tutti gli eco-cittadini che riciclano presso i nostri dispositivi.

 

 

Il dott. Piscitelli dichiara:” è un piacere sostenere progetti che contribuiscano ad educare le nuove generazioni alla tutela dell’ambiente in cui vivono, una bicicletta è un modo per consentire ai ragazzi di godersi la natura, fare movimento, stare in compagnia di familiari ed amici e soprattutto di accantonare i propri dispositivi elettronici da cui sono continuamente rapiti.

Possiamo affermare che il progetto ha raggiunto lo scopo. MISSIONE COMPIUTA!